Obbligo fatturazione elettronica tra privati: evento con Ifin Sistemi

Evento formativo gratuito sulla fatturazione elettronica tra privati - DERWID e Ifin Sistemi

Più si avvicina la partenza dell’obbligo di fatturazione elettronica B2B, più le tue domande sul tema aumentano?

Allora non perderti l’evento formativo gratuito sulla fatturazione elettronica tra privati organizzato da DERWID con il partner tecnologico Ifin Sistemi.

Giovedì 22 novembre 2018 a partire dalle 17.00 presso la sede di DERWID in via Interna 76 a Morsano al Tagliamento, risponderemo a tutte le tue domande sull’obbligo di fatturazione elettronica B2B, in vigore dal 1 gennaio 2019.

Durante l’incontro illustreremo il quadro normativo di riferimento e gli adempimenti richiesti in tema di fatturazione elettronica B2B. Ma soprattutto le modalità con cui affrontare questo passaggio obbligatorio, scegliendo servizi esterni dedicati, per affrontare il cambiamento in maniera semplice, con tutte le garanzie di soluzioni efficaci e a norma di legge.

Affronteremo queste tematiche in collaborazione con il nostro partner per la fatturazione elettronica B2B: Ifin Sistemi. L’azienda opera sull’intero mercato italiano occupandosi della gestione dei documenti digitali con soluzioni e servizi per trattare, convertire, archiviare e conservare a norma flussi di dati, informazioni e contenuti. Ifin Sistemi propone soluzioni per l’archiviazione documentale, conservazione digitale e fatturazione elettronica, volte a facilitare i processi di gestione documentale all’interno delle aziende, fornendo al cliente consulenza tecnologica, metodologica e normativa.

 

Per domande e informazioni: scrivi a sales@derwid.com o chiama 0434/696521
Le iscrizioni sono aperte fino al 21/11.

Obbligo di fatturazione elettronica B2B: al ciclo passivo chi ci pensa?

Fatturazione elettronica B2B e ciclo passivo

Ormai manca davvero poco al 1 gennaio 2019, il momento di svolta per la fatturazione elettronica in Italia. Quali conseguenze avrà quest’obbligo per le aziende italiane?
Per noi i risvolti positivi superano quelli negativi, se non ci limitiamo ad adeguarci all’obbligo. E cogliamo invece questo momento come opportunità di ripensare i nostri processi aziendali. Perché fatturazione elettronica non significa solo fatture ai clienti. Dobbiamo considerare anche i rapporti con i fornitori.
Parliamo di fatturazione elettronica B2B e automatizzazione del ciclo passivo.

EDI, automatizzazione dei flussi, fatturazione elettronica: solo un obbligo?

Spesso le innovazioni tecnologiche entrano in azienda come un obbligo. Obbligo di adeguarsi alle richieste dei clienti. Obbligo di rispettare leggi e regolamenti dalle istituzioni. E così facendo andiamo ad aggiungere un nuovo processo agli altri già esistenti. Ci adeguiamo, spesso, senza avere il tempo di fermarci e riflettere: questa nuova tecnologia può portare dei vantaggi in azienda, oltre al fatto di non perdere il cliente o essere in regola?

L’introduzione dell’obbligo di fatturazione elettronica B2B è il momento giusto per fermarsi e chiedersi: posso cambiare qualcosa e trarre dei benefici da questo obbligo?

Automatizzare il ciclo passivo: se non ora, quando?

Dal 1 gennaio 2019 non ci saranno alternative: tutte le fatture, sia attive che passive, dovranno passare per il Sistema di Interscambio (SdI) ed avere il formato elettronico strutturato xml. Fatture in altri formati o trasmesse su altri canali non saranno valide.

Per essere certo di continuare a lavorare, la tua prima preoccupazione sarà di adeguarti per inviare le fatture ai tuoi clienti.
In passato, potrebbe esserti già capitato di mettere al primo posto le richieste del cliente. Ad esempio, hai cercato una soluzione per automatizzare i flussi di ordini e fatture via EDI, solo per rispondere alle sue esigenze.
Forse ti sarà capitato di chiederti: ma perché non automatizzare anche lo scambio di documenti con i fornitori? Così da gestire tutto in un unico luogo e con un unico strumento, il tuo sistema ERP.
E ti sarai risposto che non era ancora il momento. Oppure che sarebbe stata un’impresa titanica riuscire a gestire tutti i diversi formati dei documenti, addirittura cartacei, dei tuoi fornitori.

Ora invece non ci sono più scuse. Tutte le fatture dei tuoi fornitori saranno disponibili in un unico formato elettronico strutturato: è il momento giusto per partire con l’automatizzazione del ciclo passivo.

 

Fatturazione elettronica B2B e ciclo passivo

Con D/b2b fatturazione elettronica puoi scambiare fatture attive e passive in formato elettronico attraverso il SdI. Si integra direttamente con il tuo sistema gestionale, senza installare alcun programma.

Maggior trasparenza, meno errori e costi

Se automatizzi la ricezione delle fatture passive con D/b2b fatturazione elettronica, le fatture approvate dallo SdI saranno direttamente disponibili all’interno del tuo sistema gestionale.
Potrai evitare così gli errori dovuti all’inserimento manuale dei dati e ottimizzare tempi e costi di gestione delle fatture passive.

Dopo questo primo passo, perché non proseguire il percorso di digitalizzazione, automatizzando l’invio degli ordini a quegli stessi fornitori? Eliminerai altre attività a basso valore aggiunto con nuovi vantaggi per la tua azienda.

E se ne avrai la necessità, potrai archiviare i tuoi documenti a norma, grazie alla collaborazione con Ifin Sistemi, partner accreditato AgID.

Come funziona D/b2b fatturazione elettronica per chi già usa D/bip?

Se già utilizzi la piattaforma D/bip, il tuo flusso EDI attivo sarà utilizzato anche per scambiare le fatture elettroniche tramite SdI. Nulla cambierà per i tuoi clienti e fornitori sia italiani che stranieri: continueranno a ricevere le fatture via EDI come ora.
Se ancora non ricevi le fatture in formato elettronico, sarà necessario definire e attivare i flussi per le fatture passive, che poi dal SdI saranno trasferite e direttamente disponibili sul tuo gestionale.

Hai ancora dei dubbi?
Scrivici.
Oppure vieni a chiarire di persona tutte le tue domande giovedì 22/11 alle ore 17.00 presso la sede di DERWID. Scoprirai con DERWID e Ifin Sistemi come funziona la fatturazione elettronica B2B. Iscriviti all’evento: è gratuito.

Pronti per l’obbligo di fatturazione elettronica B2B in Italia?

Obbligo di fatturazione elettronica B2B in Italia

Dal 1 gennaio 2019 parte l’obbligo di fatturazione elettronica B2B in Italia. Un momento di svolta per le aziende italiane: un’opportunità da cogliere per agevolare il passaggio al digitale.
Non sei ancora pronto a emettere, o ricevere, fatture in formato elettronico? DERWID ti può accompagnare in questa trasformazione.

Italia all’avanguardia nella dematerializzazione dei flussi

Sul tema fatturazione elettronica, l’Italia è sempre stata un passo avanti. Nel 2014 è stata uno dei primi Paesi in Europa ad applicare l’obbligo di fatturazione elettronica B2G, cioè verso gli enti pubblici. Visto l’esito positivo per le aziende italiane coinvolte, promuovere la digitalizzazione dei processi aziendali è diventata una priorità.

Il primo passo in questo senso: l’uso volontario del Sistema di Interscambio – SdI – e del formato Fattura PA. Da gennaio 2017 scegliendo di fare fatturazione elettronica B2B, anche tra privati quindi, attraverso il SdI, le aziende hanno ricevuto degli incentivi fiscali.
Ma era necessario un impulso aggiuntivo. L’Italia è andata oltre, prima in Europa. Il secondo passo verso la dematerializzazione della fattura è stato annunciato dalla Legge di Bilancio 2018: a partire dal 1 gennaio 2019 la fatturazione elettronica sarà un obbligo per tutte le operazioni tra privati in Italia.

Quando si parla di obblighi, spesso tendiamo a vedere solo gli aspetti negativi. Invece la fatturazione elettronica B2B in Italia può essere un’opportunità: il punto di partenza per migliorare i processi in azienda in ottica digitale. Vediamo come. 

Obbligo di fatturazione elettronica B2B in Italia: cogli le opportunità con DERWID

Con l’obbligo di fatturazione elettronica B2B in Italia, le aziende saranno costrette a rivedere i processi di emissione e trasmissione delle fatture.

Vantaggi della fatturazione elettronica B2B

I vantaggi sono chiari e immediati:

  • ottimizzazione di tempi e costi
  • riduzione degli errori dovuti all’inserimento manuale dei dati
  • standardizzazione dei formati, che facilita lo scambio di informazioni e le relazioni con nuovi business partner
  • automatizzazione di attività a basso valore aggiunto.

Ma ha senso un investimento di questo tipo, se la maggior parte degli altri flussi e processi rimane (parzialmente) analogica? Perché non sfruttare al massimo tutti i vantaggi derivanti dalla dematerializzazione, iniziando un vero e proprio percorso di digitalizzazione dei flussi come ordini e fatture passive? Solo così la tua azienda potrà cogliere davvero tutte le opportunità derivanti dalla digitalizzazione.

D/b2b fatturazione elettronica

DERWID propone una soluzione integrata, che risponde ai requisiti della fatturazione elettronica B2B in Italia.

D/b2b fatturazione elettronica, all’interno della nostra piattaforma D/bip, permette lo scambio di fatture in formato elettronico attraverso il canale SdI, integrandosi direttamente con il tuo sistema gestionale. Senza installare alcun programma.
Grazie alla collaborazione con Ifin, partner accreditato, potrai trasmettere e ricevere le tue fatture in sicurezza e archiviarle a norma. Scopri chi sono i partner accreditati.

E con la piattaforma di Business Integration D/bip, DERWID ti può accompagnare in un percorso di digitalizzazione dei flussi. Potrai gestire e organizzare tutti i tuoi documenti in formato digitale, non solo le fatture, e diminuire ulteriormente il margine di errore nel ciclo di pagamento.

Contatta un nostro consulente e scopri i vantaggi di fatturazione elettronica e dematerializzazione dei flussi per la tua azienda.